Searched : Faq

FAQ su acqua potabile

L’acqua potabile, indipendentemente dalla categoria alla quale appartiene, deve essere salubre e pulita, ovvero non deve contenere microrganismi né altre sostanze in concentrazioni tali da rappresentare un potenziale pericolo per la salute umana. Leggi di più

Da dove viene l'acqua potabile?

L’acqua potabile può provenire da diverse fonti. L’acqua freatica viene depurata, in modo che non contenga agenti inquinanti ed è adatta ad essere bevuta. L’acqua potabile può anche essere preparata direttamente da sorgenti d’acqua superficiale, quali fiumi, laghi e corsi d’acqua. L’acqua di superficie solitamente deve subire più’ fasi di depurazione rispetto all’acqua freatica per divenire adatta ad essere bevuta. 66% di tutta la popolazione e’ servita da un sistema di acqua che sfrutta l’acqua superficiale. Parte della nostra acqua potabile è pompata dal terreno, solitamente sotto dune sabbiose: in essa l’acqua può anche infiltrarsi. Appena essa affonda nel terreno attraverso le dune viene naturalmente purificata. Questo processo costa molto rispetto alla depurazione dell’acqua superficiale. Parte della nostra acqua potabile proviene dall’acqua di duna.

Quali pericoli possono essere insiti nell'acqua potabile?

I batteri del bacillo coliforme possono essere rilevati in acqua potabile. Essi sono un gruppo di microrganismi che si trovano normalmente nel tratto intestinale degli esseri umani e di altri animali a sangue freddo ed nelle acque superficiali. Quando questi organismi vengono rilevati nell’acqua potabile, questo suggerisce la contaminazione da parte di una sorgente sotto la superficie, quale lo scolo di barnyard. La presenza di questi batteri indica che microrganismi che provocano malattie, conosciuti come agenti patogeni, possono allo stesso modo entrare nei rifornimenti di acqua potabile, se azioni preventive non vengono intraprese. L’acqua potabile dovrebbe essere priva di bacilli coliformi. Anche lieviti e virus possono mettere a rischio la qualità dell’acqua potabile. Sono agenti inquinanti microbici che si trovano solitamente in acqua superficiale, come ad esempio Giardia e Criptosporidio. La giardia è un organismo unicellulare che causa disturbi gastrointestinali. Il criptosporidio è un parassita considerato come una delle cause più significative delle malattie diarroiche negli esseri umani. In individui con un sistema immunitario normale la malattia dura parecchi giorni causando diarrea, vomito, spasmi dello stomaco e febbre. Persone con un sistema immunitario indebolito possono soffrire di sintomi ben peggori causati dal criptosporidio, come malattie simili al colera. Il nitrato contenuto in acqua potabile può causare la cianosi, una riduzione della capacità di carico di ossigeno nel sangue. Ciò è particolarmente pericoloso per infanti sotto i sei mesi età. Il piombo può’ entrare nei rifornimenti idrici lisciviando dalle condutture di rame. Quando l’acqua fluisce nei tubi, piccole quantità di piombo si dissolvono nell’acqua, di modo da contaminarla. Il piombo è una sostanza tossica che può essere assorbita rapidamente dall’organismo umano, specialmente da quello dei bambini piccoli. Può causare avvelenamento da piombo. La Legionella è un batterio che si sviluppa velocemente quando l’acqua viene mantenuta ad una temperatura fra 30 e 40 gradi per un certo periodo di tempo. Questo batterio può essere inalato quando l’acqua evapora ed entrare nel corpo umano tramite vapori. I batteri possono causare una specie di influenza, conosciuta come febbre Pontiaca, ma possono anche causare una malattia mortale molto grave, nota come il legionellosi.

Come è protetta l'acqua potabile?

Tutti i paesi hanno propri standard legali per l’acqua potabile. Essi prescrivono quali sostanze possono trovarsi nell’acqua potabile e qual è la massima quantità di tali sostanze. Tali standards sono chiamati livelli massimi di contaminazione, sono stilati per ogni agente inquinante che può avere effetti dannosi sulla salute umana ed ogni industria produttrice di acqua potabile deve seguirli. Se l’acqua viene purificata per essere resa adatta ad essere bevuta, sarà testata per un certo numero di sostanze inquinanti pericolose, per stabilire le loro reali concentrazioni. Dopo di ciò, si può determinare la quantità inquinante che deve essere rimossa e se necessario le fasi di depurazione possono essere aumentate.

L'acqua è più sicura dell'acqua di rubinetto?

È da sempre risaputo che l’acqua può essere veicolo di trasmissione di gravi malattie. Molte persone temono che bevendo l’acqua del rubinetto possano ammalarsi di legionella. Di conseguenza si inizia a consumare acqua in bottiglia o istallare costosi sistemi di depurazione dell’acqua. Studi hanno dimostrato che molti di questi consumatori spendono cifre esorbitanti a causa del prezzo dell’acqua in bottiglia e in alcuni casi finisco col bere acqua di peggiore qualità di quella che proviene dai loro rubinetti. Per essere sicuri, i consumatori che comprano acqua in bottiglia dovrebbero verificare se l’azienda che fornisce l’acqua appartiene all’associazione internazionale dell’acqua in bottiglia (IBWA) e se rispetta i requisiti di prova per l’acqua potabile. Il IBWA manda annualmente ispettori alle sue aziende, per accertarsi che gli impianti producano acqua potabile sicura. È possibile evitare il costo dell’acqua imbottigliata e far analizzare la propria acqua di rubinetto dalle autorità sanitarie locali o da laboratori privati. Se viene riscontrata la presenza di contaminanti, è possibile comprare un sistema per la rimozione degli stessi, ma questo non è necessario per la maggior parte delle famiglie, visto che la loro acqua di rubinetto è sicura a sufficienza.

Come posso usare l'acqua erogata dal distributore?

L’acqua erogata dagli impianti Tecnofonte è perfetta per tutti gli usi domestici.

Gli usi civili dell’acqua comprendono quelli per l’alimentazione umana, per la preparazione del cibo, per la pulizia del corpo e degli ambienti domestici e pubblici.

In questo caso non conta solamente la quantità di acqua che viene messa a disposizione delle persone, ma anche la sua qualità. 

Gli impianti Casa dell’Acqua Tecnofonte erogano acqua potabile pura, ideale anche per:

  • Cucinare
  • Preparare il caffè
  • Lavare frutta e ortaggi
  • Preparare tisane e thè
  • Detergere la pelle
  • Somministrare medicinali

L’acqua potabile erogata dagli impianti Self-service Tecnofonte è ottima anche per:

  • I più piccoli. E’ fondamentale che i bambini bevano acqua pura, buona e sana, anche per la protezione dei denti. L’acqua può essere considerata un valido supporto contro la carie dentale, come risposta alla sempre maggiore assunzione da parte dei bambini di bevande e altre bibite acide che rendono i denti più vulnerabili.
  • Donne in gravidanza. L’idratazione è importantissima durante l’allattamento. Questa fase richiede infatti un aumento del fabbisogno quotidiano del 30% circa. Questa necessità si deve all’incremento dell’irrorazione arteriosa e venosa del tessuto mammario. Eì dovuta anche all’apporto sanguigno che il corpo deve fornire, con un grande dispendio energetico, alla produzione vera e propria di latte.
Read Blog Detail
acqua in gravidanza

Acqua in gravidanza: quale bere?

L’acqua non è sempre uguale e la qualità è la vera chiave per una buona salute, soprattutto in gravidanza.

Acqua in gravidanza. Tutto quello che devi sapere

In una donna che aspetta un bambino, l’acqua deve sostenere l’aumentato flusso di sangue che serve per costruire i tessuti del piccolo e per formare il liquido amniotico. Dal terzo mese in poi, sono necessari circa 2 litri in più di acqua al giorno. La necessità di bere cresce ulteriormente con l’arrivo della stagione calda. 

Bere spesso è dimportnate per la mamma in attesa, così come lo sarà durante l’allattamento, quando la stessa produzione di latte richiederà il consumo di acqua.

Bere acqua buona è fondamentale anche durante l’allattamento. Questa fase richiede infatti un aumento del fabbisogno quotidiano del 30% circa. Il bisogno di acqua si deve all’incremento dell’irrorazione arteriosa e venosa del tessuto mammario. Necessità dovuta anche all’apporto sanguigno che il corpo deve fornire, con un grande dispendio energetico, e alla produzione vera e propria di latte.

Quale acqua bere in gravidanza?

Secondo recenti indagini di mercato, l’80% degli italiani considera l’acqua minerale come l’elemento più sano e naturale, in quanto più pura dell’acqua di rubinetto, ma l’idea di maggior purezza non corrisponde alla realtà dei fatti. L’acqua se è potabile vuol dire che rispetta le norme vigenti e può essere bevuta senza problemi. In primis è importante che l’acqua sia batteriologicamente pura, cioè priva di germi dannosi per l’organismo.

Per essere dichiarata potabile ogni acqua deve soddisfare decine di parametri qualitativi di tipo fisico e chimico. Deve essere incolore, priva di odori e sapori anomali, limpida e fresca. Non deve contenere troppi sali minerali e deve essere priva di residui tossici.

I distributori Casa dell’Acqua Tecnofonte erogano acqua potabile fornita direttamente dalla rete idrica locale. L’acqua naturale viene sottoposta a rigidi controlli e risulta essere ottima da bere. Leggi il ciclo produttivo dell’acqua negli impianti self-service.

 

Read Blog Detail