Normalmente il caffè impiegato nell’espresso è frutto della combinazione di più origini di caffè; per questo si parla di miscela. Due sono i principali motivi della miscelazione:

omogeneità qualitativa – il caffè è un prodotto naturale il cui profilo qualitativo e quantitativo varia da raccolto a raccolto; attraverso la miscelazione, intervenendo nel mix delle varie origni si riesce a mantenere stabile la qualità del prodotto finale

esaltazione dei pregi – ogni origine di caffè si contraddistingue per delle pecualiarità organolettiche, ma raramente si trovano origini complete in tutti gli aspetti qualitativi. Come in un buon vino, selezionando le origini (tipologie) del caffè sulla base delle loro caratteristiche uniche (aroma, raffinatezza, qualità, persistenza, corposità, ….) poi abbinandole tra loro si riesce ad esaltare le diverse personalità (i pregi di ognuna) mitigandone i difetti.

Visualizzazione di tutti i 3 risultati