Casa dell'Acqua al Politecnico di Bari

Lunedì 15 ottobre si terrà l’inaugurazione della Casa dell’Acqua Tecnofonte presso il Politecnico di Bari.

La Casa dell’Acqua, impianto di distribuzione automatica di acqua potabile a chilometro zero, fa il suo ingresso nel mondo dell’Istruzione con Ecopoliba.

Scopo dell’iniziativa è contribuire alla riduzione dell’inquinamento, sensibilizzando la comunità universitaria, e non solo, al riciclo e alla diminuizione degli sprechi e dell’abbandono di matriali inquinanti nell’ambiente, come la plastica.

Lunedì 15 ottobre verrà inaugurato il distributore di acqua self-service, installato presso il Politecnico di Bari. Iniziativa che rientra nel progetto Ecopoliba, per la valorizzazione del ciclo di rifiuti, definiti materia seconda, che, grazie al lavoro di riciclo diventa nuovamente materia prima, pronta per un nuovo utilizzo.

Si identificano come materia prima, che diviene seconda di interesse del progetto ECOPOLIBA, proodotti derivanti dalle attività sociali e lavorative che si svolgono negli spazi pertinenti il Politecnico di Bari: l’acqua, la carta, le plastiche, i metalli, i vetri, gli arredi ed i beni tecnologici ed i RAEE.

Il progetto nasce anche con l’obiettivo di
accrescere la reputazione e quindi la visibilità del Politecnico di
Bari nel panorama delle università italiane ed internazionali,
puntando alla partecipazione al GreenMetric World Ranking
(http://greenmetric.ui.ac.id/overall-ranking-2016/).

Ecopoliba prevede l’installazione di almeno un punto di erogazione di acqua potabile trattata (microfiltrata e refrigerata), il distributore Casa dell’Acqua Tecnofonte, nel campus Quagliarella, spazio a verde alle spalle dell’ex bar di Ingegneria.

Fine dell’azione è comunicare il messaggio sociale di democrazia e l’importanza di ridurre il consumo di bottigliette di plastica, ma allo stesso tempo la consapevolezza della importanza della risorsa idrica.

Il luogo di installazione è particolarmente importante per la comunicazione diretta visiva del messaggio. L’accesso dovrà essere regolamentato opportunamente per dare un segnale chiaro di educazione all’accesso ed alla fruizione (es. tesserine di riconoscimento per il principio di responsabilità diretta).  A tal fine si ipotizza di consegnare una bottiglietta in metallo con logo Politecnico a tutte le matricole, quale gadget all’atto dell’iscrizione.

Casa dell’Acqua al Politecnico: benefici del progetto Ecopoliba

Le attività avranno conseguenze positive dal punto di vista

  • ambientale: uso efficiente delle risorse interne, riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, effettuare un impiego più efficiente delle materie prime e delle risorse intese come energia e acqua
  •  economico: risparmio sul costo di gestione dei rifiuti; partecipazione allo stadio iniziale del processo di riciclo della materia seconda
  • sociale: benefici per la salute e di vivibilità degli spazi comuni; diffusa educazione civica del rispetto delle persone e degli spazi comuni
  • di immagine: le azioni previste dal progetto varranno anche la possibilità di meglio classificare il politecnico di bari nella rosa degli atenei sostenibili, in accordo alla UI GreenMetric World University Ranking a cui quest’anno il politecnico ha partecipato per la prima volta.

Se nella tua città sono presenti impianti automatici di acqua alla spina Tecnofonte, puoi acquistare direttamente la tessera ricaricabile per il prelievo dell’acqua sul nostro shop online.

Condividi:

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *